GUSTAVO  MODENA

Gustavo Modena


Gustavo Modena in costume

GUSTAVO MODENA
Nato a Venezia nel 1803

Morto a Torino nel 1861
    Conosciuto per la sua recitazione assolutamente naturale, era figlio d'arte. Nacque infatti da Giacomo Modena, di Mori, di professione sarto, e da Maria Luisa Lancetti, attrice. Iniziò a recitare sotto la guida del padre.
    Laureatosi in giurisprudenza (Bologna1821), preferì rinunciare alla carriera forense privilegiando l'attività di attore teatrale. Maestro di Tommaso Salvini ed Ernesto Rossi[4], debuttò in teatro nel 1824 recitando il ruolo di David nella tragedia Saul di Vittorio Alfieri [5].
     Rimase fortemente scosso dai tumulti del 1821 e in uno scontro con la polizia rimase gravemente ferito. Radicato nella sua fede patriottica, partecipò ai moti risorgimentali del 1831 e aderì alla Giovine Italia di Giuseppe Mazzini. In conseguenza del suo impegno politico al pari di Mazzini fu costretto, con la moglie ginevrina Giulia Calame, a riparare in esilio, dapprima in Svizzera e Belgio (Bruges), quindi in Inghilterra dove si trovò a svolgere i più svariati mestieri.
     A Londra ebbe modo comunque di suscitare ammirazione per l'abilità declamatoria dei versi della Divina Commedia (spettacolo Lectura Dantis[6]).
Nel 1839, fatto ritorno nel Regno Lombardo-Veneto, costituì una propria compagnia con cui iniziò una tournée di sette anni in diversi stati della futura Italia ai quali gli era consentito di accedere.  Nemico dell’enfasi, attua un proprio stile che dai contemporanei fu detto "parlato"; era il maggiore attore della prima metà dell’Ottocento. Intese l'attivita teatrale come mezzo di elevazione e liberazione morale dell'individuo.
     Terminata la tournée si dedicò prettamente alla politica limitando l'attività teatrale. Dopo le sconfitte del 1848-1849, si ritirò in Piemonte.

foto e slideshow

Teatro Sociale
“Gustavo Modena”
Mori
EVENTO 2011 - 150° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI GUSTAVO MODENA

      In occasione del 150° anniversario dalla morte dell'illustre drammaturgo e patriota nasce il progetto “Gustavo Modena”, promosso da “ARS GROUP Progetti di Spettacolo”, di Trento, riconosciuto come iniziativa di interesse provinciale.
      Il Progetto, che è stato realizzato anche con il contributo del Comune di Mori e coinvolge in fattiva partecipazione la CO.F.AS. Compagnie Filodrammatiche Associate, di Trento, e la COMPAGNIA GUSTAVO MODENA, di Mori, prevede di realizzare, presso il Teatro Sociale di Mori nel periodo compreso tra mercoledì 19 ottobre e venerdì 11 novembre prossimi, un percorso articolato in vari momenti espositivi, che parte dai lontani anni dell'800 verso “quegli spazi oltre la luna” dove Modena vedeva il suo teatro, cioè intrecciando un viaggio fra le vicende che formano il nostro stato e le tensioni di oggi.
      Parte integrante del percorso è l'allestimento, a cura della Biblioteca comunale "Luigi DalRì" di una importante mostra che vuole rendere omaggio al personaggio Gustavo Modena ed al suo tempo.

Gustavo Modena
Attualità di un sognatore

Programma

sabato 1 ottobre

Serata di letture e scritti di Gustavo Modena Martedì 8 novembre
          ore 20.30 
Recital di Dante
Sabato 5 novembre
       ore 17.00 
Inaugurazione mostre
Costumi e Documenti
Mercoledì 9 novembre
           ore 20.30
Prova generale
       ore 20.30  Recital di Antonio Salines Giovedì 10 novembre
          ore 20.30
Convegno su G.Modena
Domenica 6 novembre
       ore 10.00 – 14.00
Prove aperte Venerdì 11 novembre
          ore 20.00
Performance Laboratorio
              ore 21.00 “Il Teatro dei Bedoini”
Con la collaborazione di:
Biblioteca Comunale “L.Dal Ri” Mori – Co.F.As. -
Compagnia G. Modena Mori
Comune di Mori   
Provincia Autonoma di Trento   
Servizio Attività Culturali   
Ars Group
clicca sulla locandina da scaricare:
Gustavo Modena Antonio Salines
Dante Bedoini

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player